I nostri piatti sono tutt’uno con il territorio e le persone che lo rappresentano. Assaggiare un calice di Vin Santo di Vigoleno e immaginare la sua graspa in cottura con faraona ruspante del “Vecchio Pollaio” a Montalto di Montese (Mo).  Poi l’assaggio….

Sapori forti, decisi, eleganti e sinceri senza volere eccedere in acrobazie estetiche mantenendo l’identità rurale e nel contempo ricerca per meglio rappresentare i sensi da sprigionare al tavolo.

In questo caso è stato meraviglioso da parte mia osservare e documentare ogni piccolo istante dei movimenti arcaici della cantina Perini, osservando i grappoli disposti in solaio legati uno a uno ai travi fino a farli diventare gradevolmente disidratati e dolci per essere disposti in torchio, pigiati e liberati in nettare raro a piccola quantità, concentrando cultura millenaria in unica barrique.

Abbiamo voluto un’unicità, in tutt’uno con territorio, persone, cultura, tecnica…. semplicemente vita!

Non è una ricetta, ma l’interpretazione di materia rappresentata sinergicamente con la natura e i suoi custodi transitori con il loro sapre e il loro essere.

Questo è il filo conduttore del nostro menu.

Questo è ciò che vogliamo porgere a voi sul tavolo di Osteria Emilia.

 

Davide Forghieri & Christian Facchini.