Articoli nella categoria Ristorante

Osteria Emilia cambia e si evolve con il tempo, la natura e le idee.

Sostanzialmente cerchiamo di rappresentare il territorio,
fino a leggere sempre più da vicino le materie, vivendole.

Il termine “Rivisitato” lo trovo odioso, alla pari di “Rivisto” e “Rivissuto”.

La materia è sé stessa, ma letta e decifrata in modo soggettivo da persone differenti e in tempi differenti,
con la possibilità di riviverla essendo noi stessi a cambiare con uno spirito emozionale differente.

Anche la materia prima non è sempre uguale, non essendo una produzione industriale, anzi Osteria Emilia ha creato sinergie in questi anni con coltivatori, allevatori e produttori che nella loro individualità e personalità ne hanno fatto un credo, eroi dei nostri tempi.

Ecco che l’agresto creato da noi prende vita glassando una carne. Una semplice graspa di risulta diventa un contenitore da rigenerare per attingere nuovamente e in modo differente. Così come una fibra di verdura dalla risulta di un centrifugato reidratata, può cambiare sorprendentemente di personalità o diventare materia di condimento per la panificazione offrendo sapori e profumi con l’apporto della fibra.

Ritrarre la materia può offrire emozioni sorprendentemente gradevoli.

In modo giocoso a volte definisco i nostri piatti “Neo-Arcaici”, leggendo il nostro tempo con uno specchietto retrovisore enorme rivolto al passato riassunto nel presente, osservando di conseguenza il futuro con un po’ di consapevolezza, attingendo alle idee e tecnica per esaltare ogni sfumatura possibile.

Davide & Christian.